Incontri e appuntamenti che vi siete persi

Sono stato a lungo lontano dalla tastiera.
Effettivamente sono stato abbastanza occupato (si dice sempre così ma non è mai vero, poca voglia di scrivere). In realtà ero in ferie e le ferie sono sacre, come le vacche in India.

Surf House a Bajamar

Quest’anno ho deciso di prendermi uno stop tra Ottobre e Novembre. Quando tutti cominciano a mettere il giubbotto, dove sto io anche prima del tempo, decisamente,  io mi sono messo i bermuda e le ciabatte e sono andato a Tenerife: una delle isole delle Canarie. Se non sapete dove stanno, ve lo dico io, in mezzo all’Atlantico e di fronte al Marocco/Western Sahara.

Clima pauroso. Caldo 22°/30° tutto l’anno con la temperatura dell’acqua anch’essa in questo range. Onde belle (per surf da onda, logicamente), su roccia e spesso lunghe/lunghissime (come a Bajamar nel Nord).

Cose positive:

  • Torni super allenato
  • Puoi alimentarti come preferisci
  • Un sacco di tempo libero per riposarti
  • Vacanza riposante e forte contatto con la natura
  • Zero tecnologia
Cose negative:
  • Pericolo d’infortuni se poco allenato
  • Pericolo di eccessivi spostamenti a seconda della swell
  • Poca/scarsa vita notturna (sei generalmente troppo stanco)

Barrels in Bajamar

In realtà di cose positive ce ne sono a iosa.
Ma ho elencato solo quelle realmente importanti.

Abbandonando i fatti personali che forse non a tutti possono interessare, nel frattempo nel mio mondo è successo di tutto.

Ottobre e Novembre sono in generale  due mesi abbastanza prolifici per le conferenze e gl’incontri di un certo spessore. E io me li sono persi. Anche un po’ volutamente. Avevo bisogno di ricaricare le pile.

È difficile andare avanti senza più carburante. E siccome l’anno a venire sarà pieno di cose da fare e da inventarsi era meglio regalarsi un momento per riorganizzare le idee.

Due o tre cose degne di nota in questo periodo però ve le volevo far notare.

Primo, il Linux Day che anche quest’anno s’è svolto tra gli altri anche a Cagliari.
Bene, bravi. Ottimo lavoro a quanto mi dicono.

Tra l’altro ci sono già i video degl’interventi grazie a UnicaRadio.

Secondo: a Milano proprio nei giorni del mio rientro (dal 9 all’11 Novembre) si è tenuta Makers Italy, la prima conferenza italiana per i makers.

Da tenere sott’occhio per l’anno prossimo, anche se ho visto questa foto e quest’anno sembra sia andata molto bene. Molto figa, sulla scia della Make Faire.

Per dire, c’era anche Josef Prusa, che se non sapete chi è vi consiglio di leggere questo.

Terzo: in contemporanea a Makers Italy si è tenuta la Milano Games Week, patrocinata da tanti grandi attori tra cui il carissimo IndieVault. Tra i vari interventi, tutti molto interessanti, spiccano quelli della manifestazione IGDS (ossia Italian Games Developer Summit) che dà spazio agli sviluppatori, indie e non, di videogiochi in Italia con workshop, tutorial e amenità varie.

Potete leggere un riassunto della manifestazione e di qualche intervento sul sito di IndieVault. E questo è quanto per ciò che concerne gli eventi.

Quarto: nella sede di H-Farm si svolge e forse qualcuno è ancora in tempo per registrarsi e andare il Codemotion di Venezia, che si svolge il 17/11.

Quinto: a livello locale, cioè se vivete in Sardegna, questo weekend si svolge il secondo feestival “Scirarindi“. Qui trovate il programma. Non ha granché a che fare con la tecnologia, anzi è incentrato sulla salute ed il benessere psico-fisico della persona, tramite l’alimentazione biologica, la meditazione e queste cose molto new-age. Comunque vi consiglio di farci un saltino se siete da quelle parti, sabato 16 e domenica 17 Novembre. Fiera di Cagliari.

Infine per la serie “Facciamoci finanziare” è appena scaduto il bando “Che Fare” che finanzia con € 100.000 un progetto che favorisca la collaborazione.
Lo so, arrivo tardi, ma vi ho già detto che ero in vacanza.

Ne possiamo riparlare l’anno prossimo…e poi se avete fretta e una buona idea, c’è sempre Eppela, la risposta italiana a Kickstarter.

Buon rientro.
Quest’anno c’è molto da fare e molto da vedere.
In bocca al lupo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *